giovedì, maggio 03, 2012

il fuoco ardente della storia

In mezzo al diluvio costante una singola giornata di sole ha permesso la prima uscita dell'anno del gruppo di rievocazione storica. Poteva andare tutto liscio? Siamo seri dai!

Lunedì, arriva un sms da $L (il capo gruppo).

$L - Sabato confermata uscita a $paeseConLaGL, domenica no in quanto previsto diluvio

Gama - Ok, hai mica trovato la mia camicia che è più di un anno che qualcuno l'ha presa e non è ancora tornata.

$L - Controllo, mi sembra di averne una in più a casa.


Restiamo quindi in attesa dei dettagli fino a mercoledì sera, io e la mia Oscura Metà siamo da amici per una pizza di compleanno e ultima sessione di gioco prima della nascita del pargolo dei padroni di casa.
I cellofoni suonano all'unisono:

$L - Sabato ritrovo a $paeseConLaGL in $piazza alle 7.30, mi raccomando la puntualità!

Gama - Eh?

Oscura Metà - Ma cosa si è fumato? Lo sa bene che $Joe finisce alle 6 di lavorare!

Sentiamo al volo $M e $Joe per come organizzarci e lasciamo a loro il compito di sentire $L.
Nessun problema a quanto pare, anche se arriviamo un attimo più tardi va bene lo stesso.

Gama - Perché ho la netta sensazione che il tutto inizi dopo le 11?

Oscura Metà - Siamo in due.


Fast Forward a sabato mattina, il programma è trovarci da noi per le 6 con $M per caricare la di lui auto, passare a recuperare $Joe alle 6.30 e dirigerci verso i monti. Bestemmie alla sveglia comprese. Il fatto che io non sia riuscito a prendere sonno fino a dopo la mezzanotte è solo un dettaglio trascurabile.

Stranamente siamo tutti in orario!
Balziamo sulla macchina di $M, recuperiamo $Joe e, mentre ci salutiamo, $M imposta il navigatore.

Il viaggio è piacevole e tranquillo fino a quando $M inizia ad inerpicarsi lungo strade montane guidando come una persona che si è appena scordata che la mia Oscura Metà e $Joe soffrono i viaggi in auto.
La mia mente nel frattempo inizia a sviluppare dei dubbi: da quanto avevo visto la sera prima sul web la strada per arrivare sarebbe dovuta essere dritta come un fuso... Bah, era tardi ed il sonno può aver giocato brutti scherzi.

Arrivamo quindi dopo più di un'ora e mezza a $paeseSENZAlaGL.

Gama - Ok, siamo finiti nel posto sbagliato.

$M - Ma no, mancano 200m secondo il navigatore.

Gama - Sarà ma io mi ricordo una G in più nel nome del paese.


Nel mentre l'auto si infogna in stradine talmente minuscole da far presagire copiosi carteggiamenti delle fiancate.
Oscura Metà impugna il cellofono e chiama $L.

Oscura Metà - Ciao $L, dove siete?

$L - Siamo nel parchetto appena dopo la piazza

Oscura Metà - Parchetto? Quale parchetto?

$L - L'unico che c'è, dietro alla chiesa.

Oscura Metà - Qui dopo la piazza c'è solo un dedalo di stradine.

$L - Ma siete sicuri?

Oscura Metà - Siamo a $paeseSENZAlaGL, appena dopo $paeseSuiMonti.

$L - $paeseSuiMonti? L'unico che conosco e in $altraValle!

Oscura Metà + $M + $Joe - Maddai...

Gama - Noi SIAMO in $altraValle ragazzi!

Oscura Metà + $M + $Joe - O_O'

$L - Avete sbagliato strada, dovete tornare indietro.

Gama - Quanto ci vuole da qui?

$L - Circa un'ora.

Gama - Ci vediamo tra un'ora allora.


Giriamo le tende e via, strada tutta curve... però in discesa. Il tutto con sommo gaudio dello stomaco di $Joe e della mia Oscura Metà.

Il resto del viaggio prosegue però senza intoppi e rimarrà topica la frase di $M appena arrivati:

$M - Al ritorno ci fermiamo al primo distributore che siamo in riserva eh!


Salutiamo gli altri e ci prepariamo.
La camicia alla fine si è rivelata non essere la mia. Mi va, me la tengo.

Nonostante il nostro ritardo mostruoso ci siamo persi solo la preparazione del campo, l'inizio della manifestazione è previsto per le 11... Guarda che strano!

Tra le scene degne di nota $F, membro più giovane della compagnia, che schernisce il padre ($C) per la geniale scelta di far "lucidare" corazze ed elmi da dei "professionisti della lucidatura del metallo".

Gli hanno cromato tramite elettrolisi il tutto! Manco le pentole di Mastrota brillano tanto! :D


Scopriamo quindi che "l'evento" è una rappresentazione di paese che, per quanto legata alla storia del gruppo che noi rievochiamo, ha ben poco di storico.
Il consorzio di rievocazione ultimamente è messo male, rimborsa pochissimo delle uscite, qui pagano decentemente, la cassa è vuota. Insomma, si prospetta un palo del telegrafo nelle terga.

Ci allontaniamo mentre un tizio della pro-loco ci assicura che ci sarà qualcuno a controllare il campo dove, per inciso, ci sono le armi ed i nostri effetti personali.

L'evento: una sfilata inutile per le strade deserte del paesino, funzione religiosa che abbiamo fortunatamente scampato, tre pezzi tre suonati dalla banda cittadina e poi l'inferno.

Ore 12.30, il corteo si inoltra nuovamente per le strade deserte del paese.

In ordine:

- Le Autorità: 5 (CINQUE) sindaci, responsabili della pro-loco, rappresentati delle forze dell'ordine
- Banda cittadina
- Figuranti del paese: volontari con abiti che sembravano usciti dalle favole
- Tamburini: ragazzi e ragazze dall'età compresa tra i 12 ed i 24. Fortunatamente molto bravi nel loro lavoro

- Noi:
aprono la fila $Terry e $Leti con le bandiere sforzesche
$L con armatura quasi integrale e schioppetto
$C corazzato e armato di roncone e storta al fianco - $F corazzato e con in pungno alabarda svizzera e spada al fianco
$M particolare alabarda del sud della germania chiamata colloquialmente "pala da pizza" - $Ale con spiedo da guerra
Gama & $J con picca da 5 metri
Oscura Metà in fase angelo della salvezza (vivandiera con brocca d'acqua)

- Tre ragazzi di un gruppo di scherma storica in assetto pesante da battaglia.


Il caldo da noi provato è percepibile.
Se poi contiamo che il grosso degli indumenti è in panno di lana il quadro assume toni più roventi.
Se poi consideriamo che i 5 sindaci hanno fatto UN'ORA E MEZZA di discorso mentre noi eravamo bloccati al sole (e loro comodamente all'ombra) il tutto diventa arroventato.

I tamburini stavano per lasciarci le penne.
$M ha rischiato la disidratazione.
La forma suina di nostro signore è stata invocata più e più volte.

L'ultima parte del tragitto ci ha condotti nella parte più sperduta del paese sperduto prima di tornare verso l'accampamento. Anche i tamburini hanno smesso di suonare vista la desolazione.

Tornati nel centro abitato siamo stati accolti dai paesani che, viste le nostre espressioni, hanno iniziato non solo ad applaudire ma a donarci acqua a profusione. Per un attimo mi sono sentito un ciclista durante il Giro D'Italia!


Il resto della giornata è proseguito bene, abbiamo mangiato come suini ed allettato i presenti con le consuete spiegazioni dell'armamentario che ci portiamo appresso.
Siamo arrivati a quota 8 persone che ci hanno chiesto se le armi erano vere ed una tizia (probabilmente sotto l'effetto di farmaci scaduti) ha chiesto a me ed alla mia Oscura Metà se eravamo "Maria Antonietta e Robespierre"!
Ora, non dico che dall'abbigliamento chiunque possa capire perfettamente il periodo storico, ma questa ha lisciato di TRE SECOLI!!! Da qualche parte qualcuno è morto dopo il suo "Ah, vabbè ci siamo quasi no?".

Sbaracchiamo il campo e si torna a casa dopo i consueti saluti conclusi da $L e la sua perla di saggezza:

$L - Gama, la prossima volta o guidi tu o imposti tu il navigatore!


Ricordate quando $M disse che doveva fare benzina?
Beh, ha tirato dritto davanti al distributore.
Autonomia prevista dall'auto 32 Km.
Cartello con indicazione del distributore successivo 25 Km.
Ok, ce la facciamo! Col cavolo, visto che il distributore è posto sull'autostrada DOPO la nostra uscita.

$M ha rischiato di addormentarsi al volante tra le varie cose, lascio a voi immaginare la mia reazione ma, soprattutto, quella della mia Oscura Metà.

Giunti a casa abbiamo solo potuto appurare lo stato di ustione delle nostre pelli (specialmente la mia) con conseguente scuoiamento. Probabilmente sabato sera perderò ancora pezzi della mia faccia come un povero lebbroso. :P

Ah, quasi scordavo, abbiamo raggiunto il distributore con l'auto che indicava l'esaurimento del carburante da almeno 4 Km.

Gama

4 commenti:

Mika Ela ha detto...

Ahah mi immagino le urla di Elisa e mi viene la pelle d'oca a pensarci :P

Comunque sai che non ho mai assistito ad eventi del genere? Prima o poi mi piacerebbe vederne uno...

Gk ha detto...

Da larper/rievocatore ti capisco perfettamente.

A me una volta una ragazzina (sui quindici anni, credo) mi chiese con gli occhioni sgranati:
"Ma voi... siete mai morti?"

Gama ha detto...

@Mika: alla prima occasione di una manifestazione non troppo distante ti faccio un fischio. ;)

@GK: Sto ridendo come un cretino! Per il resto ti capisco anche io, le domande assurde purtroppo non mancano mai.

Mattia Maselli ha detto...

ahahahahah!! poveri cristi!

btw, sì, i tuoi post sono chilometrici. MA SONO BELLISSIMI :D