lunedì, maggio 07, 2012

Metti un'altra sera a cena con il Dittatore

Altra cena, altra serata di delirio di gruppo.

Per qualche arcana congiunzione astrale io e la Oscura Metà eravamo pericolosamente in orario sulla tabella di marcia... il fatto di aver annunciato un orario di partenza anticipato di 20 minuti ha sortito un ottimo effetto. :P
La mattina abbiamo collaudato la nuova bici della Oscura Metà e goduto di un bel sole tiepido.
In un impeto di karma-boomerang qualcosa doveva andare storto.

Sfiga numero 1: leggo su twitter il bollettino meteo di Bosk legato alla grandine, non faccio in tempo a dire che anche dalle mie parti sta per scatenarsi l'inferno che i primi chicchi iniziano a scendere. La gente normale penserebbe con ansia all'auto parcheggiata fuori ma la Gamamobile(tm) è già stata "benedetta" dalle intemperie, la preoccupazione in casa Gama risiede quindi nella sorte delle piante che così amorevolmente la mia Oscura Metà invasate (nel senso demoniaco del termine) pochissime ore prima.
Morale della favola? Piante salve, Gama semi fradicio, grandine per tutto il balcone, Silver -che non ha mai visto la grandine nei suoi quasi due anni di vita- con faccia del tipo "WTF?!?".
Per mia fortuna non mi ero ancora cambiato per la serata, credo che avrei scacciato le nuvole a bestemmie in quel caso.

Con la grandine tramutata in pioggia saltiamo in macchina, prima tappa: casa dei miei a recuperare il navigatore.
Navigatore che ha qualche problema ed è sfalsato di 30 metri, la cosa diventa quasi divertente nel momento in cui dopo una curva si perde... meno divertente quando ti fa girare nelle strade sbagliate in pieno centro abitato. Ecco perchè guardo sempre la strada prima di partire in modo da avere un'idea di cosa fare e non rischiare di finire in Svezia per sbaglio.

Ancora una volta mi sono sorbito le paranoie di mia madre che teme per la mia incolumità non appena mi sposto a più di 25cm da casa. Non ho ancora capito quale aspetto ho ai suoi occhi perché è davvero ridicolo vedere le scene che tira fuori. Da notare però che è lei quella che si è preoccupata della salute del tizio che ho steso in stazione a Novara dopo il suo futile tentativo di scipparmi la borsa con il portatile.
Di contro mio padre ha commentato con un semplice grugnito e mia sorella se ne è uscita con il suo tipico ed amorevole "Sei un coglione" (senza enfasi, atono esattamente come l'ho scritto). Ah, la famiglia! :D

Motore avviato, serbatoio pieno, rincoglioniti per strada. Ce la possiamo fare!

Stranamente il diabolico navigatore non ci ha condotti a Narnia, si è perso solo in una rotonda che non conosceva ma ha prontamente ipotizzato che stessi facendo la curva molto larga. Nel campo accanto insomma.
Giunti a destinazione iniziamo a chiederci entro quando avremmo visto i fantasmi uscire dalle case desolate. Davvero, ok il brutto tempo, ma non c'era praticamente anima viva per le strade!
Davanti al ristorante Bosk, probabilmente lì da un paio di ore secondo la mia testa. (Ho letto solo dopo il suo tweet in cui annunciava il tempo di arrivo previsto)

Botta di culo, parcheggio libero alla prima curva dopo il ristorante.
Attimi di panico quando un compagno di classe di Tutankhamon si è rivelato il proprietario dell'auto davanti alla mia con relativo sfioramento del mio muso.

Pioggia svanita. All'orizzonte una raggiante Julia in arrivo.
Raggiungiamo Bosk e gradualmente tutti arrivano; Valeren a discapito di quanto possa trasparire è stato omaggiato di uno dei parcheggi più vicini al ristorante. In realtà ha già altri seguaci oltre a coloro che si vedono alle cene, il tizio che ha liberato il posto era probabilmente lì per tenerlo già da prima dell'arrivo di Bosk. :P
Oltre a volti già noti appaiono Astro, D e Cristiano, persone di cui ho molto poco da dire a causa del poco tempo a disposizione per stare vicini. Con Astro ho scambiato qualche parola ma mi dilungherò in seguito sui suoi lunghi silenzi. D mi è sembrata una persona frizzante e molto attiva. Cristiano... Per me un fantasma, ho sentito la sua voce due volte di numero durante le presentazioni ed i saluti: tra me e lui c'erano solo Mattia e Valeren ma giuro che non lo vedevo nemmeno!
Trantor, ne porta l'annuncio Valeren, dispersa in battaglia.

Da notare che uno degli abitanti della zona (o il suo replicante cartonato) è rimasto immobile sul balcone davanti al ristorante studiando ogni nostro movimento.

Dispersione al tavolo, caos completo per la scelta del menù e via con l'abbuffata.
Quantità gargantuesca di cibo che ha steso il grosso dei presenti su cui non mi dilungo grazie agli altrui resoconti.

I buoni propositi di mettere qualche commento online in tempo reale è stato reso vano dalla composizione delle pareti del ristorante che, secondo me, altro non sono che una gigantesca Gabbia di Faraday.

Astro è stato relegato in un angolo tra le grinfie di Amara Metà, Oscura Metà e Julia. Non credo sia sopravvissuto... Così come non credo abbia detto più di quindici frasi da tanto che era intimorito da queste tre super-donne! :D
Davanti a me Mika e Pulcino (che ringraziamo per essersi esibito in alcuni "pio!" durante la serata) la cui conversazione è sempre mooooolto piacevole. Alla mia destra Mattia.
Mattia, da Torino con furore. Tanto furore! Definiamolo "entusiasta", capace di esplodere in voli pindarici a tradimento. ;)

Oltre Valeren, Cristiano e la metà di Alessandro (metà anche nel senso che lui può farle da sarcofago) posti davanti a Bosk, D e, per l'appunto, Alessandro. Non so cosa si siano detti ma degna di nota è la seguente scena:

Folla - blablablablablablablabla

D - Perchè si, io odio i marmocchi!

Folla - silenzio

Lo sguardo omicida di D in quel momento non ha nemmeno permesso la creazione di una parvenza di dubbio su questa affermazione! Da qualche parte nel lodigiano un asilo è crollato in seguito a questa affermazione! :D

Purtroppo Joy e Stick hanno dovuto attendere in auto, serebbero stati un ausilio per coloro che hanno dovuto gettare la spugna dopo il primo primo. :P

Ho paura di scoprire cosa si sono dette le esponenti della Triade dell'angolo: più di una volta sono esplose a ridere. A nulla è valsa la presenza di Astro la cui espressione senza emozione faceva invidia anche ad Astinus di Palanthas.

Come nel caso della prima cena quello che ci ha fregato è stata la mancanza di voglia di salutarci, spostarci -lentamente- verso le auto non è stato di aiuto perché abbiamo rischiato di ricominciare davanti all'auto di Valeren.

Salutati tutti io e la mia Oscura Metà siamo quindi saliti sulla Gamambile(tm): piazzo il navigatore, imposto le coordinate, noto che si è già perso, accendo il motore, accendo i fari... spengo i fari... accendo i fari... cavo una sequela di epiteti in grado di scrostare la cupola di San Pietro. Entrambe le luci anabbaglianti bruciate!

Sfiga 2: viaggio con il solo ausilio dei fendinebbia e degli abbaglianti nei pochi istanti in cui non erano presenti auto nel senso di marcia opposto. Va bene che ho gli occhi ipersensibili alla luce, ma così si esagera!

Partiamo, il navigatore ci dona un giro turistico del paese. Fanculo al navigatore, esco per conto mio dal paese andando a memoria. Mission Accomplished!

Il resto del viaggio è andato relativamente bene, la mia Oscura Metà mi ha abbandonato all'altezza di Lorenteggio cedendo definitivamente all'abbraccio di Morfeo. Giunti in zona Novara ho visto al termine di una rampa delle volanti della stradale ed ho applicato la tecnica IT-ninja #43: se proprio non puoi sparire renditi ancora più visibile.
Il fatto che fossero impegnati a cazziare un tizio con il SUV pericolosamente barcollante ed i miei abbaglianti riflessi dai alcuni catadiottri posti sul Monte Rosa hanno sortito il loro effetto. Schivata con la stessa tecnica la volante presente poco dopo (anche qui autista di SUV barcollante) siamo giunti finalmente a casa.

Fine della serata con saluto ai felini e collasso tra le coperte.

Come sempre grazie a tutti della splendida serata! :)

Gama

5 commenti:

Mika Ela ha detto...

Yeeee sono la prima a commentare! :D

La serata è stata, ovviamente, divertentissima. Mia madre ha particolarmente apprezzato il tuo sforzo nel cercare di indottrinarmi sull'autodifesa xD

Valeren ha detto...

Devo ammettere che è stata una serata fondamentale nel tirarmi su in un periodo lavorativamente osceno.

Ci sono state " varie ed eventuali " che mi hanno lasciato perplesso.
Si è un po' sentita la mancanza degli assenti, ma i presenti hanno compensato alla grande.

Tutto sommato, 9
9.5 con gli aneddoti di D

Astro ha detto...

1) Sinceramente credo di aver amabilmente conversato con le tre super donne, non mi sembravo troppo intimorito.
2) Quando sono scoppiate a ridere, non mi ricordo se la mia mente aveva iniziato a vagare senza meta in seguito a discorsi della Fenice e di AM sul lavaggio dei piatti e la stiratura o se stavo discorrendo col Pulcino.
3) I lunghi silenzi erano determinati dalla sostanziale divisione del tavolo in due meta'.
Traduzione: non mi hai sentito :-P .
4) Ti assicuro che la gente scappa quando inizio a parlare senza freni di tutto e di piu'. Ho cercato di non scatenare la fuga, senza ammutolirmi. E comunque, non tendo ad imporre il mio argomento di discussione, fondamentalmente perche' di solito non frega a nessuno.

D ha detto...

Penso che sia la prima volta che qualcuno mi definisce frizzante =D è stata la vostra compagnia a distruggere le mie inibizioni... e anche la mia dignità, visti gli aneddoti che ho raccontato!!
Grazie, davvero, siete stati tutti una botta di vita che mi serviva!!

Mattia Maselli ha detto...

Grazie Gama per avermi descritto come "entusiasta" XD avrei potuto fare di peggio...ma non è successo :P

Ho avuto quei due/tre momenti di paura, corrispondenti alle esplosioni/risate della OM, di AM e di Julia..ho l'orecchio sinistro che risente ancora degli effetti post fallout. E grazie a te Gama, per gli aneddotti che ci hai raccontato, ma soprattutto alla maglietta degli In Flames :D

Non vedo l'ora che si organizzi il prossimo raduno!