giovedì, maggio 17, 2007

Risotto dell'ubriacone o Risotto al vino rosso e salsiccia

Una bella ricetta trovata dalla mia oscura compagna e che abbiamo gradito davvero molto!

Ringrazio Elisa per l'invio e me stesso per la revisione! :P

Per la cronaca questo risotto è una variante del più noto "riso alla mantovana", in questa ricetta al posto della salamella mantovana è presente la salsiccia di maiale, un vino robusto anziché secco e la quantità di burro è meno della metà. Infine trovate, nella versione "ubriacone", anche della pancetta (meglio se lievemente pepata) che tende ad insaporire ulteriormente il tutto.
Ultima differenza tra le due ricette risiede nel fatto che il "mantovano" prepara la salamella a parte mentre l'ubriacone usa la salsiccia fin dall'inizio.

Al vostro gusto personale la scelta della realizzazione.


Ingredienti per 4 persone:


(ammesso che tra i 4 non ci siamo io e morosa)

300 g di riso carnaroli
2 bicchieri di vino rosso corposo
30 g di burro
100 g di salsiccia di maiale
1 lt di brodo di carne (o di dado se non ce l'avete)
mezza cipolla
10 cucchiai di parmigiano grattugiato (o più se gradite)
50 g circa di pancetta (per i più esigenti consiglio pancetta lievemente pepata)
sale e pepe (rigorosamente nero) q.b.


Preparazione:


Togliete la pelle alla salsiccia e sbriciolatela per bene.

A parte preparate il brodo di carne. Se non ne avete ripiegate su quello di dado.

In una pentola mettete il burro, unite la cipolla tritata fine e fatela rosolare a fuoco mooooolto lento.

Appena la cipolla sarà diventata trasparente unite la salsiccia spezzettata e fatela rosolare a fuoco lento per 5 minuti circa.

Quando la salsiccia sarà ben colorata aggiungete il riso, alzate la fiamma (ma non troppo!), mescolate per un paio di minuti per farlo insaporire e lievemente "tostare" ed infine aggiungete la pancetta tagliata a cubetti.
MI RACCOMANDO non mettete troppo presto la pancetta o vi diventa una suola di scarpa!

Unite i 2 bicchieri di vino rosso e attendete fino a quando sarà evaporato: il riso dovrebbe risultare di un bel rosato acceso.

Quando il vino sarà evaporato, abbassate la fiamma e iniziate ad aggiungere il brodo bollente poco alla volta aggiungendone gradualmente fino a che il riso non sarà pronto.

A fine cottura togliete la pentola dal fuoco ed unite il formaggio grattugiato e, se lo gradite, una noce di burro.

Lasciate riposare per un paio di minuti e servite macinando del pepe nero direttamente sui piatti a seconda del gusto.

Decorate se volete con un paio di foglie di prezzemolo.

Buon appetito!

Gama

9 commenti:

Anonimo ha detto...

non c'entra niente col post ma facciamo spam gratuito: quanto mi conosci?

http://rifleman.altervista.org/friendtest/test.php?usr=Stefjord

Ste-

Sparky ha detto...

mmm il formaggio è fondamentale?

e che vino consigliate?

Anonimo ha detto...

...il giorno che prepari un risotto al teroldego mi autoinvito!

W il Gama in -antonella clerici mode-

Ste-

Anonimo ha detto...

Mi dicono dalla regia che anche il Gama ha creato il suo test: io ho fatto 98 (questo punteggio dovrebbe scongiurare la mia morte per mano (o per spada) del Gama...)

Avevo solo un dubbio su due domande...

Record massimo di bevuta in una sera... ero indeciso tra 'non bevo' e 'meno di un litro'... mmmm

Colore preferito: ho messo nero ma ero convinto fosse il nero scuro.....

Ste-

Fenice ha detto...

hei hei, e nessuno che ringrazia la qui presente spacciatrice ufficiale di ricette al Gama antonella clerici mode!?!?! Ma insomma!

è_é ingrati mangioni!tzh!

Ivan ha detto...

interessantissima ricetta. Oggi provo ma devo fare delle ulteriori varianti perche' non ho salsiccia. Usero' della trita scelta e aggiungero' dei porcini secchi. Come vino, un Merlot del Veneto. Grazie mille per l'ispirazione e buon appetito dalle isole Fiji.

Gama ha detto...

Lieto di essere stato di ispirazione :)

Mi spiace per la risposta tardiva ma l'influenza mi ha tenuto lontano dal blog.

Gama

IUKC ha detto...

Caro Gama,
Sono anni che uso questa tua ricetta, ma stasera e' uscita piu' deliziosa del solito - nonostante abbia usato vino spagnolo e salsiccie inglesi...
Mio nonno, di 87 anni, l'ha apprezzata moltissimo!

Tanti saluti da Wimbledon!

Gama ha detto...

Lieto di essere stato di aiuto! :)
Ultimamente non ho molto tempo per stare dietro al blog ma leggo sempre i commenti nell'attesa di riuscire a scrivere qualcosa di nuovo! :)