lunedì, luglio 30, 2007

Back... in Black? Parte 4

Dopo un po' di assenza dovuta al lavoro che si è fatto sentire più del solito proseguo con la narrazione di quanto accaduto in vacanza.

La giornata comincia bene: sveglia all'alba causa luce lattiginosa proveniente da ogni dove e sonoro russare di mio padre nella stanza accanto. Sonno addio, fisso il soffitto cercando per lo meno di rilassarmi e di godermi il dolce far niente. Piove, buone vacanze al mare Gama!

Alle ore 7 precise vengo a conoscenza di ciò che per me sarà il canto del gallo per i giorni a seguire: SKRAAAAAUCHHH!!!
Il vicino di stanza nella casa accanto scatarra di gusto a pochi metri dalle mie orecchie. Il frastuono sveglia mia sorella.
Visto che piove (opposizione ladra!) decidiamo di rendere proficua la giornata, siamo a corto di vettovaglie e necessitiamo di cibo per i giorni a venire. Supermercato di sorta con fregature annesse: prezzo esposto dell'acqua controllato con cura dal sottoscritto e da mia sorella pari ad X, prezzo pagato ma scoperto solo dallo scontrino 2X. Beffa definitiva pochi minuti dopo: al discount vicino a casa l'acqua costa X/2. Tenere la cosa a mente per la prossima spesa.

Insalata di riso per pranzo e via che si legge, assalto a piene mani Io Sono Leggenda che cercavo da una vita e che la mia oscura consorte mi ha regalato (in seguito ad un doppione fatto a lei ma questo non ditelo in giro :P ). La giornata passa pigra mentre il clima migliora ed io mi dedico ad una piccola passeggiata, se non mi stacco dal libro rischio di finire il materiale da leggere prima della fine delle vacanze!
La sera un bel giro per le strade del paese con una piccola anteprima di quanto i negozi hanno da offrire. Ho dei regali da fare e delle cartoline da prendere... avessi trovato qualcosa di decente!
Buonanotte mondo, speriamo che questa notte sia migliore della precedente.

Col cavolo, sveglia all'alba e presa di coscienza del bel tempo con sole splendente che flagella i miei occhi stanchi e vento leggero che sferza le piante del cortile. Fisso il soffitto per un po' fina al giungere del tonane: SKRAAAAAUCHHH!!!
Per oggi è previsto l'arrivo di $cugino e famiglia, li incontriamo appena usciti di casa e mi propongo come scorta verso il paese accanto: $cugino deve tornare come me a lavorare ed ha solo accompagnato moglie e figlie fino a qui, si fermerà solo per un paio di giorni quindi perché non vedere se c'è ancora posto sull'aereo che prenderò io?
Missione quasi compiuta! L'omino dell'agenzia mette $cugino in lista di attesa ma è pressoché certo del fatto che si libereranno posti. Ci organizziamo per il tardo pomeriggio visto che il mare aspetta ma noi siamo comunque delle mozzarelle ambulanti.

Trovarsi nell'acqua di mare dopo 16 anni ha un che di disarmante, se poi l'acqua è trasparente come il cristallo allora è ancora meglio. Capelli sciolti per il primo bagno ed uscita dall'acqua in stile "Re dei mari" (epiteto appioppatomi da $cugino), i capelli così però rompono e si friggono quindi meglio ripiegare su una meno ortodossa treccia. Il pomeriggio si è rivelato piacevole, per un attimo smetto di temere la rottura di palle mentre vengo monopolizzato dai figli dei miei cugini che necessitano di una mano per un mega castello di sabbia... Ora lo so, le mie non sono spalle rubate all'agricoltura: sono rubate all'edilizia! :P

Serata tutti insieme in quel di San Teodoro. Mega festa di paese con bancarelle di artigianato a go-go e dolciumi assortiti!
Prima tappa: piccolo regalo per la mia oscura metà, uno spillone per capelli in argento con pietra rossa incastonata sopra.
Seconda tappa: gelaaaato! Molto buono quello al mirto. :P
Terza tappa: torrone di Tonara con spesa per parentado e morosa annessi.
Quarta tappa: seadas con il miele.

Cazzeggio assortito per ogni dove e ultima tappa in un colossale negozio di artigianato: mia mare prima di partire ha distrutto un piatto che le era stato preso in sardegna e ne voleva uno simile... Visto cosa succede a non chiamare me per spolverare in alto? :P
Del piatto nemmeno l'ombra ma riesco a mettere le grinfie su di un'anfora per i genitori di Elisa.
Infine, stanchi e spossati, rientriamo a casa per fare la nanna... Non prima di aver iniziato a leggere le Leggende di Earthsea di Ursula K. Le Guin (di cui avevo già letto Il Mago) ed essermi fermato solo dopo l'una e mezza.

L'alba crudele è giunta troppo presto ed a nulla è servito rigirarmi nel letto per trovare un modo per dormire.
SKRAAAAAUCHHH!!! Toh, è ora di alzarsi! :P
Sento come tutti i giorni la mia Fenice al telefono mentre va al telefono e subito mi preparo per gli impegni della giornata: con $cugini ci recheremo a Berchida, spiaggia con la sabbia bianca meta di famosi fotografi e pubblicitari.
Un paio di assaggi:






La giornata è andata discretamente bene. Naturalmente se escludiamo che non potevo muoversi altrimenti la linea telefonica continuava a schiantarsi, che una patacca di costume mi ha scorticato l'interno di una gamba e che, come scoprirete tra poco, la crema solare a protezione 30 non è servita a nulla.
Stato lettura del Gama: finito il meraviglioso Io sono Leggenda, finito il primo racconto di Earthsea.

Rientro a casa, spalmazione di crema dopo sole abbestia: io e mio padre sembriamo due aragoste. Grigliata con il sabbath di parenti in quanto $cugina e famiglia stavano per togliere le tende dall'isola.


Cosa ho imparato? Quando $zia (si, quella della pasta insipida) ti propina una crema idratante fatta apposta per le scottature devi evitarla!

Morale della favola? L'ustione si è aggravata per qualche arcana ragione chimica e sia io che mio padre abbiamo iniziato a soffrire come delle bestie. Chi mi conosce e sa quale è la mia soglia del dolore può avere paura... Ma non ancora abbastanza, il seguito con il prossimo post.

Back in Black? No, Back in Red!


Gama

5 commenti:

il Bassista ha detto...

Gama, scusa ma che crema hai usato? tu sai che la mia pelle e il sole si detestano...uso in ogni caso una crema particolare ,cito lo ste: "se vai in una grotta senza crema ti abbronzi di più "...trascurando poi il fatto che non c'è verso di farmi abbronzare se non arrossarmi (vedi grigliata :P)
un'ultima cosa...ma quelle foto le posti per farmi invidia è?...constatando dove lavoro ,bè ci sei riuscito =D

Anonimo ha detto...

l'avevo detta io quella frase??? bohhhh...

cmq il gama che prende il sole non me l'aspettavo davvero.
ricordiamoci sempre che il vero metallaro va in spiaggia vestito di nero e con gli anfibi! (atroci docet)
almeno il costume era nero? aveva borchie? ^____^

ma la crema fattore di protezione 30 non fa effetto sulle pelli a mozzarella?
mi sa allora che io a Pantelleria dove andrò a breve (praticamente africa....) dovrò ricoprirmi con uno strato di crema protezione 10^5 per evitare ustioni di terzo grado......

Ste-

il Bassista - Viking Mode ha detto...

si , tu alle piscine di oggiono...

santo cielo Mr. Virgola...beva più birra che fa bene alle cellule cerebrali

Anonimo ha detto...

caro willys,
i miei neuroni sono momentaneamente assenti.

ho trovato un cartello con scritto "Siamo al pub, torniamo subito"

Anonimo ha detto...

ah, il commento precedente era mio!

Ste-